Home / Alimentazione / Non dimagrisco più. Gli 8 motivi principali dello stallo!

Non dimagrisco più. Gli 8 motivi principali dello stallo!

Essere in ipocalorica e rendersi conto, che pur mangiando poco e facendo attività fisica, non si perde più peso, significa che si è raggiunto il cosiddetto stallo. Ma niente paura è piuttosto normale.

Essere in dieta ipocalorica vuol dire assumere un certo quantitativo di kcal, inferiore al proprio TDEE (ovvero il nostro consumo totale di energie giornaliero: Total Daily Energy Expenditur).

La dieta ipocalorica è un classico approccio per dimagrire, quindi per chi è in sovrappeso. Chi invece deve limare quei due chiletti essendo già in normopeso, non sa che bisognerebbe parlare di ricomposizione corporea che è tutt’altro “capitolo“.

Lo stallo che è una conseguenza frequente ed anche “fisiologica” in un regime dietetico, non è altro che un abbassamento del metabolismo (“Complesso di reazioni biochimiche di sintesi ,anabolismo, e di degradazione, catabolismo, che si svolgono in ogni organismo vivente e che ne determinano l’accrescimento, il rinnovamento, il mantenimento“¹) dovuto al protrarsi per un tempo troppo lungo della dieta. Può dipendere inoltre dal profilo ormonale del soggetto e del suo status di massa magra e grassa, dalla perdita di molto peso in poco tempo, dalla convinzione errata che meno carboidrati si mangiano, meglio è. Ricordatevi che più semplicemente a volte è una cosa temporanea, gli ultimi chili sono quelli più duri da eliminare inoltre la ritenzione idrica nella donne è un fattore comune.

  1. Il primo e il più importante consiglio, ricavato dalla scienza dell’alimentazione, è che nelle diete ipocaloriche è fondamentale ciclizzare fra ipo e normo calorica, questo per mantenere il metabolismo attivo.

    Quindi avrete periodi in cui assumerete meno calorie, rispetto ad altri in cui assumerete le giuste calorie.

  2. Le diete devono essere periodi prestabiliti, che hanno una fine ed un inizio.

    Al termine del quale, il soggetto deve aver imparato ad alimentarsi.

  3. Non pensiate che diminuire sempre di più le calorie aumenti il dimagrimento.

    Non è vero, ed otterrete l’effetto contrario a quello sperato.

  4. I carboidrati sono importanti, non aboliteli!

    I glucidi sono il carburante del nostro organismo. Prediligete quelli complessi come cereali, patate, pane e pasta possibilmente integrali, per ottenere il massimo del beneficio.  Non a caso una delle diete, maggiormente adottata a livello mondiale, è quella mediterranea che si base sul consumo giornaliero di carboidrati come da figura 1.

  5. Non demonizzare i grassi ma prediligere quelli sani.

    Anche i grassi fanno parte dei macro nutrienti necessari al mantenimento in salute del nostro organismo, insieme ai carboidrati ed alle proteine.

  6. Essere seguiti da un professionista non è “un hobby”.

    Dare per scontato di poter far da sé, con l’alimentazione è un azzardo per la vostra salute. Scegliere un professionista che stila su voi stessi una dieta personalizzata, facendo i controlli del caso e con l’obiettivo di educarvi a mangiare è quanto di meglio potete fare per voi stessi.

  7. Bere il giusto quantitativo d’acqua è fondamentale.

  8. Pesarsi secondo una logica è un dovere.

    Irrigidirsi con voi stessi e pesarvi ogni giorno, aiuterà solo ad accumulare pensieri negativi. Inoltre non è assolutamente utile. Infatti gli sbalzi di peso sono soggetti all’assetto ormonale, alla ritenzione idrica e ad altri fattori. Scegliete un giorno, un indumento, una posizione (frontale e laterale), sempre uguale e fotografatevi una volta alla mese. La foto vi mostrerà risultati reali. Pesatevi lo stesso giorno della foto o anche una volta ogni due settimane, preferibilmente la mattina a digiuno.

dieta mediterranea
Figura 1.

 

Ricordatevi di essere padroni di voi stessi e non schiavi di bilancia e peso. La pazienza e la costanza daranno i loro frutti.Iniziare una dieta ed aspettarsi “tutto e subito” è controproducente e inutile. Più si segue un regime alimentare equilibrato e sano, più i risultati saranno permanenti. La dieta è solo il primo scalino dell’educazione alimentare.

“Chi va piano, va sano e va lontano!”


Fonti:

¹ www.wikipedia.it

http://www.scientific-training.it/stallo-nel-dimagrimento/

 

About Francesca Ciullini

Potrebbe interessarti

Brownies: la ricetta per uno snack sano.

Oggi condivido con voi un altro classico rivisitato del quale senz’altro non riuscirete più a …

Rispondi