Home / Alimentazione / L’alimentazione, tanto semplice quanto incompresa

L’alimentazione, tanto semplice quanto incompresa

Patti chiari ed amicizia lunga: in questo articolo non trascriveremo la parola di Dio ma solo quello che le ricerche scientifiche ci hanno dimostrato finora sull’alimentazione.

Escludiamo quelle care persone che dandosi un tono da medici o paramedici vi “regalano” la formula, la pozione con l’antidoto (pure, non si sa mai), le equazioni matematiche per farvi perdere tutti i chili in eccesso in 30 giorni, ma no, anche in 15 è sufficiente. Baggianate.

Alimentazione

Volete dimagrire o comunque imparare a mangiare (perché di questo si tratta)? Benissimo, mettiamoci l’anima in pace, la strada è lunga ma duratura.

Non essendo nutrizionisti o dietisti, non ci permetteremo mai di dirvi quanto mangiare ad personam. Riassumeremo le verità che potete trovare sì sui libri (veri, scientifici, non “le giovani marmotte” per intenderci) ed addirittura ciò che già è accessibile sul web, ma rimasto nelle ultime “pagine di Google” perché troppo impegnati a provare i famosi 30 giorni della giovane marmotta.

Perché è questo il punto. I sacrifici saranno tanti e non si ridurranno ad un mesetto. Se pensate questo e che quelli persi durante le prime settimane sono uno o due chili di grasso, avete preso un bel granchio!

All’inizio si perdono liquidi e, se fate solo attività aerobica, anche massa magra (Ovvero la muscolatura. Per approfondire qui vi consiglio il nostro recente articolo in merito “Tonificazione non è sinonimo di perdita di peso”). Per intaccare i grassi dovete arrivare ad aver bisogno di bruciare grasso invece che glucosio (ossia gli zuccheri, che sono il nostro primo carburante, quindi si, mangiate carboidrati!).

Chi infatti associa l’attività anaerobica a quella aerobica ha già trovato la seconda chiave di volta. Faccio presente che la prima non è altro che iniziare a mangiare sano ed equilibrato.

Interessante quest’ultima frase vero? Le confezioni di ogni alimento riportano la solita dicitura “Le GDA sono quantità giornaliere indicative, sulla base di una dieta di un adulto medio, di 2000 kcal. Da associarsi ad una dieta varia, equilibrata e ad esercizio fisico” ed ognuno capisce tutto e niente.

Eccoci al nocciolo della questione! Traduciamo la frase: “Ogni persona ha un introito calorico personalizzato che nella media è di 2000 kcal e cambia a seconda delle vostre caratteristiche fisiche, del vostro sesso e delle vostre attività quotidiane, sport che praticate incluso. Questo introito può essere stabilito o da un professionista o da voi stessi se abbastanza pratici ed informati sull’argomento. Per raggiungerlo bisogna mantenere una dieta sana (evitare grassi idrogenati, quindi alimenti fritti e confezionati ed invece mangiare 5 porzioni di frutta/verdura al giorno) ed equilibrata (ogni giorno è bene variare gli alimenti per ottenere il massimo da tutti e bisogna bilanciare il quantitativo di tutti I macronutrienti assunti quali carboidrati, proteine e grassi buoni”.

Ora puo’ venirvi in mente una pubblicità… i 5 colori della salute. Il fondo di verità qui c’è: variate verdura e frutta. Non impappinatevi con gli integratori, se mangiate solo lattuga, piuttosto andate dal verduriere!

Alimentazione

Per concludere. Tutto ciò che dovete fare è iniziare a mangiare bene ed assumere uno stile di vita attivo, quindi praticare sport e se dovete scegliere fra fare 2 scalini o prendere l’ascensore prendete l’ascensore. Ops, scusate, le scale!

Se possibile affidatevi ad un professionista perché vi possa fare una dieta personalizzata sulle vostre esigenze, altrimenti documentatevi fino allo stremo per imparare come si mangia. Per iniziare, una buona base è data dal nostro Ministero della Salute. (http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?id=108&area=Vivi_sano). Una volta letto se avete dei dubbi ed anche se non li avete, approfondite. La conoscenza è la prima chiave fra tutte!

About Francesca Ciullini

Potrebbe interessarti

colazione

6 idee per una colazione sana e gustosa!

Un “mantra” che conosciamo tutti è: “La colazione è il pasto più importante della giornata”. …

Rispondi